Giornata Mondiale dei Bambini Scomparsi

In Italia scampare un bambino ogni 48 ore

In Italia ogni 48 ore sparisce un bambino e, fra questi, quattro su cinque non vengono più ritrovati. Nella maggior parte dei casi, si tratta di minori non accompagnati, arrivati nel nostro Paese alla ricerca di una vita migliore e finiti nel mirino di sfruttatori e criminali. A parlarne TgCom24 che rivela che secondo i dati di SOS Il Telefono Azzurro Onlus, Il 2017 è stato uno degli anni più drammatici, con più di tre denunce a settimana. La regione più problematica è il Lazio, mentre in Europa lo stato dove si registrano più casi è la Romania. Il 25 maggio si celebra la Giornata dei bambini scomparsi, in ricordo di Ethan Paz, rapito a New York proprio in questa data, nel 1979.

Dei 177 casi di cui si è occupato Il Telefono Azzurro nel 2017, solo il 16,9% ha avuto un lieto fine. In altre parole, lo scorso anno 147 bambini non sono stati ritrovati ed è altamente probabile che siano stati uccisi, oppure finiti nel circuito di sfruttamento sessuale o del lavoro minorile. Un vero e proprio dramma che negli ultimi dieci anni è stato vissuto da circa 1125 bambini. Alcuni di loro sono fuggiti di casa o da un istituto, altri sono stati rapiti o addirittura portati via da uno dei due genitori. Di loro si occupa Il Telefono Azzurro, in collaborazione con il ministero dell'Interno e con le forze dell’ordine, che gestisce il numero unico europeo 116.000, attivo 24 ore su 24.

In Italia - Il problema riguarda soprattutto i minori non accompagnati, che arrivano nel nostro Paese da stati extra-europei. Sperano di fuggire alla fame o alla guerra, ma spesso rischiano di andare incontro a un destino anche peggiore. Altri scappano da casa, il più delle volte da contesti familiari caratterizzati da abusi e violenza. A partire dal 2009, è un fenomeno in costante crescita: l'anno peggio è stato il 2016, quando si sono registrate più di quattro scomparse ogni sette giorni. Ma anche nel 2017 i numeri sono stati elevati: 3,5 a settimana. La regione dove gli episodi sono più frequenti è il Lazio, dove si raggiungono quasi un quarto dei casi del totale, seguita dalla Lombardia con il 22,7%. Al Sud e nelle isole sembra che invece la situazione sia più sotto controllo.