Figlia femmina? Ti costa 34 mila euro in più rispetto un figlio maschio

Più esigenti le femmine. Più costosi i prodotti.

Ebbene sì, cari genitori: alcuni studiosi hanno quantificato la differenza del costo complessivo, dall’infanzia all’adolescenza, tra un bambino ed una bambina. Ne è emerso che, al crescere del ragazzo, aumentano anche le spese ed il divario economico tra i sessi.

Lo studio

Lo studio è stato coordinato da Ed Bowsher ed è stato poi pubblicato su Love Money. L’indagine ha evidenziato che, nel primo anno di vita, non ci sono differenze esagerate tra un bambino ed una bambina: è stata quantificata, in particolare, una spesa tra i 7 e i 15 mila euro in genere, con una media di 11 mila euro.

Al crescere dei figli, però, aumentano anche le spese e, di conseguenza, la differenza economica. È infatti ormai fatto oggettivo che scarpe, vestiti ed accessori per le femmine costano più di quelle per bambini: a ciò si aggiunge anche il fatto che, tendenzialmente, una bambina vuole un guardaroba ampio e sempre alla moda.

E guai a dimenticarsi dei capelli: una giornata dal parrucchiere per una ragazza, tra tinta e taglio, costa almeno il doppio rispetto al barbiere! E poi ancora trucchi, borse, pochette, accessori vari: tutto questo, secondo gli esperti, contribuisce al fatto che le spese per i genitori aumentino.

Un altro studio inglese

Secondo una ricerca inglese, invece, avere una figlia femmina significa anche garantirsi un investimento migliore. Nel dettaglio, due bambine in casa garantirebbero la sicurezza dell’armonia in casa, evitando così litigi e battibecchi.

Fonte: Amoredimamma

 

 

 

------------------------------------------->>>>>>

PICCOLI PASSI SHOP ONLINE : ACQUISTA LE MIGLIORI SCARPE PER TE E PER I TUOI FIGLI

------------------------------------------->>>>>>



Scarpe per bambini, scarpe sportive, scarpe sneakers, stivali pelle, LIUJO CONVERSE PYREX

BALDUCCI ZECCHINO D'ORO SILVIAN HEACH LELLI KELLY SIANOVIAROMA POSITANO PRIMIGI NERO GIARDINI SANTORO GORJUSS PUMA 

Scrivi commento

Commenti: 0