Famiglia manda a scuola il BAMBINO senza aspettare esito tampone: è POSITIVO, classe in quarantena

Una famiglia irresponsabile blocca una classe: ora tampone e quarantena per alunni e insegnanti!

 

Aveva fatto il tampone il 3 settembre e il 7, l’8 e il 9 settembre è andato a scuola, finché la famiglia il 9 ha saputo che l’esito del test era positivo e ha smesso di mandare il bimbo in classe, in una sezione di una scuola dell’infanzia di Cesano Maderno (Monza e Brianza). La scuola, l’asilo Montessori del Villaggio Snia, ha segnalato martedì all’Amministrazione comunale - che dà notizia di quanto successo - un caso di positività al Covid-19 tra i suoi alunni e oggi tutti i bambini e i docenti della classe dell’alunno positivo vengono sottoposti a tampone all’ospedale San Gerardo di Monza. Le lezioni per questa classe sono sospese. I bambini, le insegnanti e le famiglie si trovano in quarantena in attesa dell’esito del tampone e delle indicazioni di Ats. Il caso di positività è stato anche confermato al sindaco Maurilio Longhin da Ats.

«Questo episodio, certamente singolare per come è avvenuto - si legge nella nota del Comune di Cesano Maderno - ci induce a raccomandare alle famiglie un comportamento prudente e responsabile. Se un bambino viene sottoposto a tampone non può assolutamente frequentare la scuola fino a che l’esito non certifichi la negatività al Covid».

Non solo - ricorda l’amministrazione - anche se un bambino ha la febbre deve rimanere a casa e ogni mattina le famiglie dovrebbero assicurarsi che i figli non abbiano febbre e non siano presenti segni che potrebbero far sospettare un esordio di Covid. Nel caso di sospetto, bisogna avvisare immediatamente il medico di famiglia o il pediatra. «Il dato positivo - conclude il comunicato - è che nelle scuole dell’infanzia gli alunni sono stati divisi nelle cosiddette classi «bolla», cioè gruppi chiusi di bambini e bambine che non si incontrano con gli altri, mangiano all’interno della loro classe, non entrano in contatto con le altre sezioni durante la permanenza a scuola proprio per ridurre il rischio di contagio». Grazie a questi accorgimenti gli alunni delle altre classi possono continuare normalmente a frequentare la scuola. A riportare l'accaduto oggi Milanocorriere.it.

Perchè le famiglie si ostinano a non seguire le indicazioni del Ministro della Salute?

 

Il Ministro della Salute, attraverso i suoi canali ufficiali, ha diramato il protocollo da seguire in caso di sintomi di Coronavirus. Ne abbiamo parlato già lo scorso giorno qui

Le famiglie continuano a brancolare nell'incertezza quando invece è tutto molto chiaro. 

Incertezza e irresponsabilità, che come in questo caso, hanno bloccato tutta una classe e le rispettive famiglie. Dov'è la prevenzione


Scarpe per bambini, scarpe sportive, scarpe sneakers, stivali pelle, LIUJO CONVERSE PYREX

BALDUCCI ZECCHINO D'ORO SILVIAN HEACH LELLI KELLY SIANOVIAROMA POSITANO PRIMIGI NERO GIARDINI SANTORO GORJUSS PUMA 

Scrivi commento

Commenti: 0